Il postoperatorio

La valutazione dei risultati nella correzione dell’ipospadia deve essere effettuata a distanza di tempo.

Talora, in un paziente in cui si sia ottenuto un eccellente risultato a breve termine, possono comparire complicanze a distanza (stenosi, fistole, recidiva dell’incurvamento).

E’ bene, infatti, tener presente che la chirurgia dell’ipospadia è, per sua natura, gravata da un certo numero di complicanze ( dal 3 al 25 % dei casi in relazione al tipo di intervento ed ai diversi centri ospedalieri ) che possono tuttavia essere risolte senza necessità di ricorrere a reinterventi particolarmente impegnativi.

In tutti i pazienti il periodo postoperatorio immediato è un momento particolarmente delicato ed importante  per l’esito finale e per il raggiungimento del successo chirurgico.

L’uso di una derivazione urinaria temporanea (catetere) garantisce una corretta guarigione dei punti di sutura della neo-uretra ricostruita. La decisione di utilizzare o meno una derivazione urinaria viene presa dal chirurgo in relazione al tipo di intervento effettuato.

Spesso non è necessaria o viene utilizzata per le prime 24 ore e rimossa prima della dimissione. Nei casi in cui è prevista una derivazione più protratta (Ipospadie prossimali ), si utilizza in genere un catetere morbido che viene fissato al glande da un punto di sutura e, nel bambino più piccolo, lasciato libero di ‘gocciolare’ tra due pannolini. Ciò permette al bambino una completa autonomia di movimento e rende più semplice il decorso postoperatorio.

Nel paziente più grande può essere invece collegato ad un sacchetto raccoglitore delle urine. In entrambi i casi il catetere viene lasciato per un periodo massimo di 7-10 gg. e la sua rimozione è assolutamente atraumatica.

Anche la medicazione peniena ha un ruolo determinante per la buona riuscita dell’intervento ed ha la funzione di immobilizzare il pene operato, prevenire l’edema ed il sanguinamento post-operatorio.

La medicazione viene rimossa nei giorni che seguono l’intervento e non deve, in genere, essere sostituita prima della sua definitiva rimozione.

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart