La terapia cortisonica: un’alternativa all’intervento chirurgico

Negli ultimi anni sono comparsi in letteratura diversi studi sull’impiego di corticosteroidi topici nel trattamento della fimosi. La maggior parte di tali studi ha evidenziato l’efficacia di tale terapia e la relativa innocuità del trattamento. Il meccanismo d’azione degli steroidi nella terapia della fimosi è legato alla capacità di riduzione della flogosi e della conseguente fibrosi cutanea con ripristino della normale elasticità cutanea.  La terapia cortisonica prevede l’applicazione serale di una certa quantità di pomata steroidea sul prepuzio per un periodo di 15 giorni. Il trattamento non determina effetti collaterali significativi, se si eccettua un modesto prurito nei primi giorni di terapia. La crema va applicata sia esternamente che all’interno del canale prepuziale. Al mattino il bambino sarà lavato esternamente avendo cura di non retrarre forzatamente il prepuzio sino a che quest’ultimo non abbia riacquisito la sua normale elasticità.  I risultati sono assolutamente soddisfacenti in più del 90% dei bambini, con una recidiva della stenosi prepuziale che si aggira intorno al 10-12% dei bambini trattati. In sintesi, 80 bambini su 100 possono evitare l’intervento chirurgico grazie alla terapia cortisonica.Nei casi in cui essa non risolva il problema sarà necessario effettuare un intervento chirurgico correttivo.

Start typing and press Enter to search

Shopping Cart